di Davide Pompei

Dopo la chiamata degli illustratori, è la volta dei registi. Fervono i preparativi in vista della seconda edizione di “Orvieto Cinema Fest“, il festival internazionale di cortometraggi. Svelate, intanto, le date: da mercoledì 2 a sabato 5 ottobre. E confermata la suggestiva location del Teatro Mancinelli da promuovere ad arena cinematografica. Ribaditi, l’impegno preso e l’obiettivo fissato già al termine della prima edizione, ovvero scoprire e premiare nuovi e giovani autori, in ambito sia nazionale che internazionale, dando particolare risalto anche alla porzione femminile.

Altra novità della seconda edizionale, la partnership con MyMovies.it, il popolare magazine e database italiano online di informazione cinematografica che ha fatto del claim “Il cinema dalla parte del pubblico” la sua filosofia e che, oltre ad essere media partner, sarà presente tra la giuria con uno dei suoi professionisti. Tra i vari patrocini e partner, inoltre, per il risvolto tematico ambientale si aggiungono importanti collaborazioni: Greenpeace, Pubblicità Progresso e WAMI, startup con la specifica missione di donare acqua potabile a chi ne ha bisogno, e poi Waves Avenue Eco, insieme alla quale sarà organizzata una giornata di pulizia di una spiaggia.

L’invito, infatti, quest’anno è quello di rappresentare al meglio una tematica attuale e di interesse comune come il rispetto dell’ambiente e in particolare il cambiamento climatico. Al termine di quattro giorni di eventi e workshop, la giuria premierà i corti per la categoria di Best International, Best National, Best Animation, Best Theme Short “Ambiente e Cambiamento Climatico”. Sono previste, inoltre, delle menzioni speciali. Come incentivo ai sostenitori alla questione ambientale, cinque illustrazioni dell’artista orvietana Lida Ziruffo.

Immortalano altrettanti animali a rischio di estinzione come invito a fare qualcosa. “Orvieto Cinema Fest” è un progetto indipendente e completamente autofinanziato, che vuole essere al servizio di tutti. Per questo motivo è stata creata una campagna crowdfunding a tema ambientale, per invitare le persone che, direttamente o indirettamente, possono essere coinvolte e credere in questo progetto. L’apertura per le candidature scatta lunedì 1° aprile – nessuno scherzo! – sui siti ad hoc Filmfreeway, Festhome e Shortfilmdepot.

“Orvieto Cinema Fest” si rivolge ai giovani autori, proponendosi come piattaforma per lanciare i propri cortometraggi e la propria idea di cinema. E si propone di selezionare opere provenienti da tutto il mondo, per le categorie di Fiction, Animation, Documentary, e per il tema “Ambiente e Cambiamento Climatico”, in vista della collaborazione con l’Associazione ApertaMente Orvieto. Per partecipare al concorso è prevista una quota pari a 10 euro. Non ci sono limiti di età, né obblighi di residenza o di cittadinanza.

Ogni autore può partecipare con una o più opere anche non inedite a tutte le sezioni. I filmati devono avere una durata massima di 30 minuti. I vincitori riceveranno un premio in denaro di 500 euro, più un certificato ufficiale di partecipazione e premiazione in formato PDF e il trofeo realizzato dalla Bottega Michelangeli a forma di sfinge etrusca (simbolo del festival). I premi saranno assegnati da una giuria qualificata scelta fra esperti a livello nazionale e internazionale, che sarà annunciata prossimamente.

L’idea nata da Stefania Fausto e Sara Carpinelli, due orvietane under 30, ad ottobre 2018 è stata seguita con entusiasmo dall’intera città. La rete di giovani, supportati in primis dall’Associazione ApertaMente Orvieto, con passione e tenacia ha dato vita così ad un festival attento alle persone, all’attualità, ai sentimenti più profondi. Un’esperienza in crescita che è stata un’occasione per riscoprire il patrimonio storico, artistico ed enogastronomico di Orvieto e per instaurare un nuovo dialogo con le espressioni artistiche emergenti internazionali.

Per ulteriori informazioni:
info@orvietocinemafest.com

Fonte: orvietonews.it